• Document: Introduzione allo studio delle rocce
  • Size: 1.93 MB
  • Uploaded: 2018-12-05 18:23:34
  • Status: Successfully converted


Some snippets from your converted document:

Introduzione allo studio delle rocce 1 2.14 Le rocce della crosta terrestre Una roccia è un aggregato solido e compatto di uno o più minerali che si ritrova in natura. Il granito è una roccia composta da tre minerali: Quarzo Feldspato Mica 2 2.14 Le rocce della crosta terrestre La composizione mineralogica di una roccia dipende dal processo che ha portato alla sua genesi. Si distinguono tre differenti processi, uno magmatico, uno sedimentario e uno metamorfico, sulla base dei quali è possibile dividere le rocce in tre grandi gruppi: • rocce magmatiche; • rocce sedimentarie; • rocce metamorfiche. 3 2.14 Le rocce della crosta terrestre 4 2.14 Le rocce della crosta terrestre Le rocce magmatiche (intrusive ed effusive) costituiscono circa il 65% della crosta terrestre. Ma occorre ricordare che le rocce sedimentarie coprono quasi l’80% della superficie della Terra. 5 2.14 Le rocce della crosta terrestre La formazione di rocce a seguito della solidificazione del magma fluido è chiamata «processo magmatico». Le rocce che hanno avuto origine da questo processo sono dette rocce magmatiche o ignee. Le rocce magmatiche che si formano in profondità sono chiamate intrusive. Le rocce magmatiche che si formano in superficie sono chiamate effusive. 6 2.14 Le rocce della crosta terrestre Alcune rocce magmatiche intrusive: GRANITO DIORITE GABBRO PERIDOTITE 7 2.14 Le rocce della crosta terrestre Alcune rocce magmatiche effusive: RIOLITE ANDESITE BASALTO OSSIDIANA 8 2.14 Le rocce della crosta terrestre Tutte le rocce superficiali subiscono un lento, ma continuo, processo di disgregazione, il cui risultato finale è la produzione di frammenti. I frammenti una volta depositati danno origine ai sedimenti. I sedimenti sciolti vanno incontro a un lento processo di compattazione e cementazione, la diagenesi. La diagenesi conclude il «processo sedimentario» e trasforma i sedimenti in rocce sedimentarie. 9 2.14 Le rocce della crosta terrestre Alcune rocce sedimentarie: ARENARIA BRECCIA CALCARE DOLOMIA 10 2.14 Le rocce della crosta terrestre Il «metamorfismo» consiste nella trasformazione allo stato solido della struttura cristallina di una roccia a causa dell’aumento della temperatura o della pressione, o di entrambe. Le rocce che subiscono il metamorfismo sono chiamate rocce metamorfiche. Le rocce metamorfiche costituiscono generalmente la parte più profonda dei continenti e le zone centrali di molte catene montuose. 11 2.14 Le rocce della crosta terrestre Alcune rocce metamorfiche: SCISTO GNEISS MARMO ARDESIA 12 2.15 Come riconoscere le rocce Il riconoscimento di una roccia si basa essenzialmente sulla determinazione della composizione e della tessitura. La composizione, chimica o mineralogica, si determina soprattutto riconoscendo i minerali presenti. GRANITO GABBRO DOLOMIA ortoclasio, plagioclasio, plagioclasio, pirosseno, dolomite quarzo, biotite anfibolo, granato 13 2.15 Come riconoscere le rocce Il riconoscimento di una roccia si basa essenzialmente sulla determinazione della composizione e della tessitura. La tessitura si riferisce alla disposizione spaziale dei minerali, alla loro forma e dimensioni. GRANITO BASALTO GNEISS tessitura olocristallina tessitura afanitica tessitura orientata (cristalli ben formati) (cristalli molto piccoli) (cristalli allungati in una direzione) 14 2.16 Il ciclo litogenetico Le rocce non sono immutabili nel tempo, ma si trasformano continuamente. Il ciclo l

Recently converted files (publicly available):